Intervista a Assimoco

Aggiornamento: set 10



Il 21 Settembre, durante la conferenza Impresa ad energia femminile: il boost per aumentare il successo, ospiteremo come azienda testimonial Assimoco.

Abbiamo intervistato Ruggero Frecchiami, Direttore Generale di Assimoco.



1. Cosa contraddistingue la cultura di Assimoco come azienda che opera all’interno del mondo cooperativo?


Assimoco ha definito uno scopo che rappresenta un faro della cultura che la permea: ‘Relazioni che fanno bene’.

Crediamo che le imprese abbiano un ruolo fondamentale nel generare un impatto positivo sulle persone che ne fanno parte, sulla comunità e territori nei quali sono inserite.

Questo credo, coerente con il sistema valoriale del mondo cooperativo, è stato abbracciato a pieno da Assimoco e portato a valore attraverso l’ottenimento della certificazione B Corp e la sua trasformazione in Società Benefit, quale prima compagnia di assicurazione nel nostro Paese.

L’impegno di Assimoco è quindi orientato a generare un triplice beneficio:

coltivare la fioritura delle persone, sostenere la promozione e protezione del benessere nelle comunità e attivare sistemi di welfare integrato.

Al fine di perseguire questi benefici, la cultura aziendale si erge su alcuni valori cardine:

  • la consapevolezza di andare ‘verso un beneficio comune’,

  • la volontà di creare connessioni e di ‘essere rete, fare rete’,

  • la consapevolezza dell’importanza del aver caro e prendersi cura’ dell’altro,

  • l’importanza dell’interrogarsi sul proprio sviluppo (‘e io?’),

  • la crucialità della ‘sfida della coerenza’

2. Chi ha voluto lavorare sulla carta dei valori co-generata e quali sono stati gli impatti concreti di questo lavoro?


La trasformazione della cultura aziendale accompagna da anni l’evoluzione del percorso strategico di Assimoco. L’identificazione dei valori portanti è stata attuata coinvolgendo tutte le persone dell’organizzazione nella sua prima definizione, attraverso un processo generativo e inclusivo. Con il passaggio a B Corp, Assimoco ha compiuto un’ulteriore evoluzione, riflessa anche in uno sviluppo del sistema valoriale e dello stile di leadership. È qui che, con il contributo di alcuni gruppi di lavoro interni, abbiamo lavorato con le persone per chiederci:


Come possiamo rendere i nostri valori coerenti con l’essere una società benefit e l’essere parte del sistema cooperativo?


Qual è lo stile di leadership che vogliamo vedere applicato al nostro interno e che ci contraddistingue come società che vuole perseguire un impatto positivo?


Queste riflessioni hanno generato un potenziamento della cultura aziendale, guidano le persone dell’organizzazione nel renderle sempre più concrete attraverso la loro declinazione in comportamenti e prassi aziendali.


3. Intervistando i vostri collaboratori, quale pensate sia il concetto chiave più chiaro per loro per descrivere Assimoco?

La cura dell’altro è il tratto che emerge come prioritario. È anche l’elemento che ha guidato l’evoluzione del percorso di sviluppo profittevole del Gruppo Assimoco nell’ultimo decennio. Il prendersi cura delle persone dell’organizzazione, per sostenere la loro fioritura, svilupparne le potenzialità, ricercare un bilanciamento delle attività lavorative e della vita privata. La cura rivolta ai partner intermediari, per sviluppare le loro persone e la loro organizzazione. Il prendersi cura delle comunità e dell’ambiente, attraverso il sostegno a quegli enti che sanno mettere in campo progetti di trasformazione per la ripresa sociale ed economica dei territori e in ottica di sviluppo sostenibile.

4. Quanto è importante per Assimoco valorizzare i propri collaboratori e cosa realizzate concretamente per dare pari opportunità di carriera a uomini e donne?

Le persone sono l’asse fondante della strategia di Assimoco, che si basa su una superiore capacità di servizio verso partner intermediari e clienti finali. Per tale ragione, le persone rappresentano il cuore della strategia del Gruppo e la loro valorizzazione rappresenta un beneficio specifico indicato nello statuto della Compagnia.

L’attenzione nel garantire pari opportunità di carriera a uomini e donne è per noi parte di un obiettivo più ampio: superare la diversità, la dicotomia nelle sue diverse forme di espressione (età, sesso, orientamento sessuale, origini etniche).

In termini di equità e inclusione, il 93% della popolazione aziendale ritiene che in Assimoco le persone vengono trattate in modo imparziale indipendentemente dal sesso, la presenza femminile è al 48% e per lo più trasversale nelle diverse categorie professionali, con una sostanziale uniformità per genere nelle politiche retributive. L’attuazione di politiche di smart working a partire dal 2017 ha offerto ampio contributo nell’offrire un’opportunità di bilanciamento rispetto ai carichi familiari, così come l’attivazione di servizi gratuiti di supporto psicologico e training autogeno ha abilitato un contesto di ascolto e presa in carico delle fragilità delle persone, con attenzione e strumenti personalizzati in funzione delle diversità delle persone, in particolare per quanto riguarda la sfera femminile.














103 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti